Le Beghe

Le Beghe (1990)
Motto: Mi sono mangiata una tegamata di peperonata

Presidente: Gianluca Gaviraghi
Consigliere: Francesco Baldini
Consigliere: Sandro Meucci
 
Allenatore: Daniele Bellomo
Colori: giallo
Foto de Le Beghe

Lo stemma

Lo stemma è incentrato su una tegamata di peperonata, protagonista del motto bangongo, inneggiato sotto lo scudo centrale. In alto il nome della squadra.

La storia

Nel 1997 si sparge la voce che Volgarit√† Gratuita, gloriosa compagine neroverde capeggiata dal Bue, non esiste pi√Ļ.
E’ giunto il momento della riappacificazione con il Gavi… si tratta, si fissa una cena e poi si vedr√†. Al Lordo, sulla “Mangia e Bevi“… ci infilano in uno stanzone dove una coppietta si gusta una pizza con la figlioletta. Si capisce dallo sguardo di lei che √® la fine e che la pizza andr√† ingozzata velocemente… perch√© tra rutti moccoli e scuregge la serata diventa presto insostenibile

Ci accomodiamo, comincia a scorrere vino in quantit√†… si mangia, si fuma e si ride. Si capisce come quella comitiva di stronzi andr√† a creare una grande squadra. siamo tutti pi√Ļ o meno coetanei, molti siamo amici da una vita, tutti del dante fine anni ’80 inizio ’90… qualche aggregato splendido.

Il Bue √® in forma, potrebbe essere una delle sue serate, ma ci manca l’idea, il nome…

Potremmo chiamarci i bagonghi!“… e la gente esplode.
A distanza di anni ancora non si pu√≤ spiegare perch√®… in molti lo sanno… ma per tutti fu la rivelazione… del tipo “ho visto la Luce! La Luceeee!” Siamo in piedi sui tavoli… ci si abbraccia, qualcuno giura di aver pianto.

Da sobri,nella notte, ci rendemmo conto che no… non si poteva.
“Leo, che si fa?”
“Gavi, √® una bega”
“Allora siamo Beghe

Il Bue comunque ha già perso la testa, dopo due giorni ci sono le maglie (ancora in uso, un falso Arsenal da trasferta, sponsor JVC), arriva lo stemma da stirare sopra, manca solo il responso del campo.

All’inizio siamo in rodaggio…
0-4 contro i Kaimani
0-6 contro i Desaparecidos
0-2 contro i Rakkattati
0-7 contro gli Erotika
finalmente arriva la prima rete… 1-10 contro i Muzza’s…

altre partitone ed il primo anno si vola fuori senza vittorie, 6 gol fatti, 62 reti subite.

La formazione √® quella di oggi… incredibile…:
Borselli – Leoni – Passigli – Falciai – Ciulli – Gaviraghi – Baldini – Meucci – Sgobbi – Pettini; in pi√Ļ Roberto Bardazzi (cartellino 097!), il Sardellone, lo Zaga, il Ceppa, Ghigo, Mister Bellomo che ancora giocava… il Bue re del cerchio di centrocampo, la Mavi…

L’anno dopo arrivano grandi campioni; Il Barzocchi (oggi Carnera), Yoghi Bechelli, Pippo Belloni prestissimo dirigente, un certo Giambi cacciato da una squadretta arancione che diventa la grande nemica assieme ai pisciosi…

La squadra si assesta, pronta al volo che avviene nel 1999.

L’anno del vero Dream Team…
arrivano Marco e Neri Meucci
arriva Andrea Cappugi…

In un anno di transizione in cui non c’√® distinzione tra Alta e Bassa le Beghe dominano in lungo e in largo… cedendo solo in una disgraziata finale contro gli Erotika.

Il 2000 √® l’anno delle puttane, con qualche traditore che stoltamente se ne va proprio negli Erbivori… che comunque sono alla frutta e spariranno presto. Il popolo bagongo contesta vivacemente i transfughi… la sera che gli erbivori volano fuori per sempre dal torneo, la troiette ex bagonghe trovano ad accogliergli striscioni enormi “CIULLI PUTTANA“, “SANDRO IN PANCA, W IL FRANCA“.

L’anno seguente, per rientrare, dovranno subire le peggio angherie… il Ciulli ha giocato per decisione dirigenziale un tempo intero scalzo nel fango.

Gli anni 2000 portano grandi soddisfazioni e grandi delusioni. sono quasi sempre gli Erotika che ci cacciano da semifinali e finali di bassa, spesso i rigori ci dicono male, ma cresciamo con grandi campioni: dai badiles arriva la grinta di Riccardo Chiari, arriva Pippi Giannangeli, detto quando pu√≤, lorenzo fabbroni, JPP bruci… passa Cespolino (attuale maiala)… passa Giorgione weah, facchino afro-americano di 100 chili, passa Tony Polster, studente erasmus di Vienna, si raccattano dantini improponibili, fratelli dimenticati, arriva Duccio Basosi (15 anni dai superalcoolici, mica merda!)…

Ora è la stagione del calcio spettacolo, con gli schemi di Mister Bellomo.
La rosa 2005: Gavirahi- Baldini – Meucci Sandro (dirigenza); Sgobbi – Pettini – Chiari – Bruci – Fabbroni – Giannangeli Pippi e Gaimbi e Detto – Fede Micali- Tommaso Franco – Passigli – il Ginna – Duccio Basosi – il Ciulli – Daleomobili – il Gianca – il Falcino – il Leo che giocherebbe ma gli hanno rubato la borsa – new entry il Guagua..